in ,

Proteine Vegane o Proteine Animali? Le Differenze e Quali Scegliere

proteine vegane o proteine animali

Scopri i pro e i contro delle proteine vegane rispetto alle proteine animali. Dove assimilarle, quali scegliere e l’impatto sull’ambiente.

Le proteine animali sono state considerate come la migliore fonte proteica per gli sportivi e per chi vuole aumentare la massa muscolare.
Eppure negli anni, sempre più bodybuilder e sportivi hanno dimostrato come sia possibile aumentare massa muscolare, gareggiare, e vincere, con un alimentazione vegana e un integrazione puramente vegetale.

Questo ha spinto i ricercatori a effettuare studi scientifici per chiarire una volta per tutte se le proteine vegane fossero efficaci al pari delle proteine animali per chi fa sport o semplicemente, per sostenere l’organismo nella vita di tutti i giorni.

I risultati sono stati positivi, infatti si è scoperto che le proteine vegane, al pari di quelle animali, sono una fonte proteica completa sia per gli sportivi che non. 

Ma quali sono quindi i vantaggi e gli svantaggi delle proteine vegane delle proteine animali ?! 

Proteine vegane e proteine animali: Pro & Contro

vegane o animali

La prima, grande differenza che generalmente le persone notano, è la facilità di digestione e assimilazione delle proteine vegane rispetto alle proteine animali. 

Le proteine animali risultano pesanti per lo stomaco e difficili da digerire. Gli integratori di proteine animali, contengono spesso eccipienti e componenti derivanti dal latte, e chi soffre di intolleranze o è sensibile al lattosio, percepisce immediatamente un senso di pesantezza e affaticamento nel digerire le proteine animali.

Al contrario, le proteine vegane, sono prodotte esclusivamente con derivati vegetali, il che le rende estremamente facili da digerire e assimilare.

Le proteine animali, sia che si parli di alimenti, sia che si parli di integratori, alimenta la catena dell’allevamento intensivo che è altamente inquinante e causa sofferenza e sfruttamento nei confronti degli animali. 

Un integratore vegano ad esempio, è composto unicamente da prodotti vegetali, il che limita la produzione industriale aiutando ad abbassare i livelli di Co2 nell’atmosfera

Spesso, un consumo elevato di carne, o alti dosaggi di integratori derivanti dagli animali, fornisce un surplus di componenti che può rivelarsi pericoloso. Non sempre di più è meglio.

Avere alte concentrazioni di ferro nel sangue può essere pericoloso ad esempio, infatti il ferro in alte quantità è considerato come ossidante. Alti dosaggi di vitamine come la B12 può essere pericolosa in determinate circostanze, e i derivati degli animali possono fare più male che bene ai batteri buoni dello stomaco. 

Al contrario, in una dieta vegana assimilare troppe proteine è difficile, e gli integratori vegani sono formulati per garantire il giusto apporto proteico e vitaminico necessario ogni giorno. I vegetali sono amici dei batteri buoni dell’intestino, spesso contengono gli enzimi necessari per farli crescere ( prebiotici ) e garantiscono un effetto anti-infiammatorio.

Proteine vegane e proteine animali: Sicurezza ed affidabilità

Un altro svantaggio delle proteine animali è che spesso non si è completamente certi di cosa si sta consumando. Molti integratori di originale animale sono composti da materiali di scarto derivanti da carni rosse altamente processate, il che consente di rivenderli a prezzi estremamente bassi e concorrenziali a discapito della sicurezza ed affidabilità. 

Ma la qualità ha un costo, e quindi è sempre bene diffidare di prodotti economici e di dubbia provenienza e affidabilità, che potrebbero aumentare il colesterolo cattivo, promuovere l’infiammazione e danneggiare il cuore invece che promuoverne la salute.

Lo svantaggio principale delle proteine vegane è che è difficile assimilarle solamente dai cibi. A meno che non si segua una dieta ferrea, incentrata su alimenti vegetali che contengono alti quantitativi di proteine, è facile incorrere in carenze, che nel lungo periodo possono rivelarsi pericolose. Senza contare che si dovrebbe sacrificare il gusto e la varietà per concentrarsi sempre e solo su determinati prodotti. Il problema viene facilmente risolto dall’uso di integratori vegani che con una semplice pillola o con il consumo di una polvere proteica vegana nell’acqua o in un frullato, garantiscono l’assorbimento di tutte le proteine necessarie in totale sicurezza. Un gesto che richiede 5 secondi per essere compiuto, risolve completamente il problema. 

Quali integratori scegliere

Scegliere un marchio di integratori affidabile, sicuro e che garantisca prodotti al 100% vegetali, non è semplice, la scelta è ampia al punto che non sapresti dove orientarti e alla fine spesso, il prezzo è l’unica cosa che si tiene in considerazione tralasciando la sicurezza e la qualità delle materie.

NaturVeg è un brand che ha come missione quella di portare integratori vegani adatti a tutti, al 100% vegetali, senza OGM o additivi e che ti aiuta ogni giorno ad assumere proteine e vitamine essenziali senza eccedere e nelle giuste quantità

Nel loro sito web è possibile trovare informazioni, articoli, e un ampia scelta di prodotti adatti a chiunque, dallo sportivo, a chi vuole perdere peso, dalle donne alle persone che vogliono assicurarsi di integrare correttamente tutte le vitamine, proteine e minerali necessari.

Scelto anche da chi non segue una dieta vegana, NaturVeg è uno dei leader del settore per l’integrazione e la sicurezza dei suoi prodotti 


Potrebbero interessarti:

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

Come Salvare l’Ambiente: 4 Modi per Fare la Differenza

I Vantaggi degli Integratori Vegani: Più Salute ed Energia