in , ,

Come Salvare l’Ambiente: 4 Modi per Fare la Differenza

Ogni volta che mangi, qualunque cosa sia, stai prendendo una decisione che ha un impatto sull’ambiente e sulla tua salute. Il cibo che mangi dà al vostro corpo il carburante di cui ha bisogno per prosperare. Una dieta non sana non solo può farti sentire senza energie, ma può anche favorire l’insorgere di numerose malattie, oltre che causare un livello elevato di zucchero nel sangue e di colesterolo.

Ciò che mangi non è solo fondamentale per la tua salute, ma anche per l’ambiente. Scegliendo alimenti coltivati localmente e sostenibili, potrai prenderti cura della terra e della tua salute, oltre che della tua dieta. Con le giuste conoscenze, potrai andare avanti e prendere le migliori decisioni alimentari sia per il pianeta che per il tuo corpo

Cosa significa veramente sostenibilità alimentare?

Lo stato di crisi del pianeta è l’argomento dell’anno, avrai quindi già sentito parlare di sostenibilità alimentare. Ma cosa significa? Con questo concetto si intende la possibilità di una produzione alimentare che soddisfi il fabbisogno nutrizionale dell’uomo apportando i minori danni possibili all’ambiente circostante. Il trucco è trovare l’equilibrio tra la scelta di prodotti sostenibili che siano anche validi per la nostra salute. Per decidere se un prodotto è sostenibile o meno, bisogna tenere conto di alcuni punti. Non esiste una definizione univoca di cibo sostenibile, ma esistono dei fattori discriminanti.

Per prima cosa, dai un’occhiata alle pratiche agricole. L’agricoltura sostenibile mira ad aumentare la produzione pur continuando a prendersi cura della Terra. In questo caso, ciò significa utilizzare metodi come la rotazione delle colture ed evitare l’uso di monocolture, fertilizzanti artificiali, pesticidi e organismi geneticamente modificati. Invece di piantare un solo tipo di coltura, piantare colture diverse aiuta a sostenere la biodiversità e la fertilità del suolo. Altre pratiche sostenibili includono il basso impatto ambientale, la protezione della salute pubblica, le buone pratiche occupazionali e il sostegno alla comunità.

I fertilizzanti chimici aumentano la crescita e il vigore delle piante, ma, allo stesso tempo, impediscono anche alla pianta di sviluppare caratteristiche naturalmente buone. I prodotti chimici utilizzati in alcune colture possono accumularsi nel corpo umano, mettendo a rischio la nostra salute. Anche lo smaltimento dei rifiuti dei fertilizzanti chimici può creare problemi, in quanto possono inquinare le falde acquifere, degradare la salute del suolo e impoverire l’ambiente. Un’altra cosa da considerare è la quantità di animali che consumano alimenti prodotti chimicamente, perché chi segue una dieta non vegana corre il rischio di assumerli anche nutrendosi di cibi di origine animale. Questo dimostra come solo pochi elementi di una produzione alimentare non sostenibile possano avere un impatto sia sull’ambiente che sulla salute.

Come ciò che mangiamo può salvare l’ambiente

Spesso non abbiamo idea del viaggio che fa il cibo per raggiungere le nostre tavole. Si ignorano così i chilometri percorsi, l’acqua utilizzata e il tempo impiegato per crescere, confezionare e produrre i prodotti alimentari che consumiamo ogni giorno. Alcuni degli alimenti a più alto impatto ambientale sono di origine animale, come la carne di manzo e l’agnello. La scelta di prodotti di origine esclusivamente vegetale si rivela di conseguenza quella più sostenibile.

Ecco alcune statistiche di impatto ambientale di rilievo quando si tratta di produrre carne di manzo rispetto ai prodotti vegetali:

  • Un chilo di carne bovina richiede tra i 9.000 e gli 36.000 litri d’acqua per essere prodotta. La carne bovina contribuisce alla produzione di gas serra il 17,7 volte di più rispetto al tofu;
  • I sostituti di origine vegetale della carne richiedono in media il 46% di energia in meno e il 99% di acqua in meno per essere prodotti rispetto a cento grammi di hamburger.

Potresti non voler eliminare tutta la carne dalla tua dieta e iniziare a mangiare tofu ogni giorno. Non è una scelta per tutti, ma ridurre la quantità di carne che mangi o magari iniziare a eliminare la carne in alcuni giorni della settimana non ti rovinerà la vita e avrà un grande impatto sulla tua salute e sull’ambiente.

In che modo il cibo ha un impatto sulla salute?

Le tue scelte alimentari hanno un impatto sia sul pianeta che sulla tua salute. Un’alimentazione attenta alla propria salute è allo stesso tempo un’alimentazione attenta all’ambiente. È una vittoria per tutti. Le sostanze nutritive di cui ha bisogno il tuo corpo sono essenziali per la crescita e lo sviluppo. Considerando il cibo come un modo per migliorare la propria salute e ridurre le malattie, potrai fare le giuste scelte alimentari che aiutano il tuo corpo a prosperare.

Si pensa che uno dei modi migliori per mangiare in modo più sostenibile sia quello di ridurre o tagliare pesantemente la carne e i latticini, poiché si tratta degli alimenti che hanno il più alto impatto ambientale del pianeta. Anche se sempre più persone scelgono una dieta a base di alimenti vegetali sia per motivi salutistici, ambientali ed etici, ciò non significa necessariamente che la loro dieta contenga tutti alimenti sani. Per esempio, i cereali altamente raffinati sono un cibo vegetale, ma non sono necessariamente sani. Il modo migliore per seguire una dieta a base vegetale è mangiare una varietà di cibi come verdure, noci, frutta, legumi e proteine vegetali come tofu e tempeh.

È inoltre possibile ridurre semplicemente la quantità di carne e latticini che si consumano. Nel complesso, mangiare più frutta e verdura è la soluzione migliore. La maggior parte dei dietisti e dei nutrizionisti concordano sul fatto che, semplicemente raddoppiando la quantità di frutta e verdura che mangi in un giorno, ti sentirai meglio e sarai più in salute.

4 modi per mangiare in modo più sostenibile

Quando si compra del cibo, si sostiene il marchio che lo produce. Se si scelgono le aziende che rispettano gli standard di sostenibilità ambientale, si va verso la direzione giusta. Comprendere le scelte alimentari sostenibili e integrarle nella tua vita quotidiana può sembrare difficile. Tuttavia, una volta che inizierai a fare piccoli cambiamenti, ti renderai conto che ci sono diversi modi per mangiare cibi più sani e sostenibili. Ecco quattro modi per mangiare in modo più sostenibile.

1. Scegli Cibo Stagionale

Se possibile, mangia il più possibile in base alla stagione. Mangiare in modo stagionale significa lasciare alcune delle tue scelte alimentari alla discrezione della natura. Il cibo stagionale non ha bisogno di un aiuto artificiale per prosperare. Questo significa che probabilmente avrà meno pesticidi, sostanze chimiche e assistenza umana per crescere. Mangiare stagionalmente significa anche evitare di mangiare cibi che hanno viaggiato molto, il che contribuisce a ridurre l’inquinamento del pianeta.

2. Coltiva frutta e verdura

C’è qualcosa di meglio della frutta e verdura che cresce sul tuo orto? Coltivando le tue erbe aromatiche, la frutta e la verdura, saprai esattamente come sono state prodotte. In questo modo l’inquinamento è praticamente vicino allo zero. L’agricoltura di sussistenza è uno dei modi più attivi per praticare la sostenibilità alimentare, perché l’obiettivo è quello di coltivare tutto ciò di cui si ha bisogno, anziché tutto ciò che si può mangiare. Poter coltivare da soli il cibo ovviamente richiedere alcuni presupposti: vivere in un luogo mite, avere delle basi di giardinaggio e ovviamente…un giardino!

3. Acquista al mercato locale del contadino

Se non riesci a coltivare del cibo da solo, un’altra grande opzione è quella di andare al mercato locale del contadino. Questo ti dà la possibilità di mangiare cibo coltivato localmente e di sostenere un’azienda che utilizza pratiche sostenibili. Acquistare cibo locale significa che è stato coltivato e prodotto nella tua regione. Ogni volta che fai un acquisto, contribuisci alla crescita di un’azienda, quindi è sempre meglio dare il proprio supporto ad aziende etiche e che fanno della sostenibilità ambientale uno dei loro punti fermi.

4. Riduci lo Spreco di Cibo

quali sono le proteine vegetali

Quando si butta via il cibo, si gettano via risorse e denaro. Gli americani sprecano quasi mezzo chilo di cibo ogni giorno a persona. Tra il 2007-2014, i consumatori hanno sprecato 150.000 tonnellate di cibo ogni giorno. Gli esperti stimano che questo spreco di cibo corrisponda all’uso di 30 milioni di acri di terra e 191 trilioni di litri di acqua.

O si è più attenti a quanto cibo si compra nel negozio di alimentari che potrebbe andare a male prima di avere la possibilità di mangiarlo o si riduce la quantità di cibo nel piatto. Si può sempre tornare indietro per qualche secondo. Quando qualcosa è andato a male, può ancora servire a qualcosa di buono. Il compostaggio è un ottimo modo per arricchire il terreno nel tuo cortile, ed è facile da produrre utilizzando avanzi di cibo, bucce o cibo andato a male.

La sostenibilità alimentare spesso non è in primo piano quando si fa la spesa al supermercato. La convenienza, il gusto e il prezzo possono prendere il controllo sulla tua decisione d’acquisto. Il cibo che mangi non è solo al centro della tua salute, ma può anche avere un forte impatto sull’ambiente. Facendo scelte alimentari sane e mangiando molti cibi integrali e vegetali, potrai nutrire il tuo corpo e prenderti cura del pianeta allo stesso tempo.

Paura di non assumere troppe proteine? Scegli l’integratore di proteine vegane che fa per te ->> Clicca Qui

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

smelling vegan

Chris Smalling: Ecco perché sono diventato Vegano

proteine vegane o proteine animali

Proteine Vegane o Proteine Animali? Le Differenze e Quali Scegliere